Istituto di Istruzione Superiore "Cristoforo Marzoli" > Documenti e regolamenti

Documenti e regolamenti

Regolamento d’Istituto e di disciplina

Il Regolamento d’Istituto, deliberato dal Consiglio di Istituto, definisce i criteri per l’organizzazione e il funzionamento della scuola, per la partecipazione degli studenti e delle famiglie alle attività di istituto, nonché per la designazione dei responsabili dei servizi e dei progetti.

Integrazione al Regolamento di Istituto – Covid

Si pubblica l’integrazione al Regolamento di Istituto contenente le misure di prevenzione e contenimento della diffusione del SARS-COV-2.

Integrazioni e modifiche al regolamento DDI

Si pubblica il Piano scolastico per la Didattica Digitale Integrata (DDI) che definisce contesto di attuazione, criteri organizzativi, modalità di svolgimento, metodologie e strumenti per la valutazione delle attività svolte in DDI.

Patto Educativo di Corresponsabilità

Si pubblica il Patto Educativo di Corresponsabilità, con integrazione Covid.

Regolamento del Comitato Tecnico Scientifico

Viene pubblicato il Regolamento del Comitato Tecnico Scientifico, organismo finalizzato a costruire una costruttiva collaborazione tra Istituto e territorio di appartenenza, aziende, agenzie ed Enti.

Carta dei servizi

La Carta dei Servizi è un documento che ogni Ufficio della Pubblica Amministrazione è tenuto a fornire ai propri utenti. In esso sono descritti finalità, modi , criteri e strutture attraverso cui il servizio viene attuato, diritti e doveri , modalità e tempi di partecipazione, procedure di controllo che l’utente ha a sua disposizione.

La Carta è lo strumento fondamentale con il quale si attua il Principio di Trasparenza, attraverso la esplicita dichiarazione dei diritti e dei doveri sia del personale, sia degli utenti.

Si ispira agli articoli 3, 30, 33, 34 della Costituzione Italiana, che sanciscono e tutelano il rispetto dei Principi di uguaglianza,imparzialità, tutela della dignità della persona, e che vietano ogni forma di discriminazione basata sul sesso, sull’appartenenza etnica, sulle convinzioni religiose, e impegna tutti gli operatori e la struttura nel rispetto di tali principi.

Statuto delle Studentesse e degli Studenti

All’inizio dell’anno scolastico 1998/99 è entrato in vigore lo Statuto delle studentesse e degli studenti, un altro tassello del rinnovamento della scuola, frutto di un lungo confronto che ha coinvolto tutte le componenti della scuola, e in primo luogo gli studenti, attraverso le loro associazioni, le loro rappresentanze istituzionali e numerosissimi contributi giunti da assemblee di istituto.

Occorre lavorare per rendere lo Statuto sempre più conosciuto e applicato e per far sì che i Principi contenuti in esso entrino definitivamente a far parte della cultura della scuola.

Lo Statuto, che ha assunto la forma di decreto del presidente della Repubblica ( D.P.R. n. 249 del 24 giugno 1998 ), si colloca nel processo di acquisizione dell’autonomia da parte delle scuole, sia nel senso che detta norme generali che i singoli istituti dovrebbero poi integrare e sviluppare, sia nel senso che contribuisce a definire il quadro delle relazioni fra gli studenti, e fra studenti e altre componenti, all’interno delle comunità scolastiche chiamate a progettare autonomamente la loro offerta formativa.

Nel dicembre 2007 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il D.P.R. n. 235 del 21 novembre 2007 recante modifiche e integrazioni al D.P.R. precedente.

Tale provvedimento modifica gli artt. 4 e 5 consentendo alle scuole di sanzionare con maggior rigore e severità i casi più gravi di violenza e di bullismo e prevede la sottoscrizione del Patto Educativo di Corresponsabilità fra Scuola, Studenti e Famiglia finalizzato a definire in maniera dettagliata e condivisa diritti e doveri delle parti per una nuova alleanza educativa.